Il Festival delle Periferie giunge alla sua XV edizione. Quest’anno il festival torna nella sua sede storica, il parco di Villa Rossi a Genova Sestri Ponente, da venerdì 16 a domenica 18 giugno.

Il cambio di location rientra in un percorso di rinnovamento cominciato l’anno scorso con un’ottima risposta del pubblico, incentrato su una maggiore attenzione alla scena locale nella scelta degli artisti, musica fin dal tardo pomeriggio per accogliere un pubblico più eterogeneo, angolo ristoro più curato e con una offerta più ampia per accontentare tutti i gusti.

A farla da protagonista saranno alcune tra le migliori band della scena genovese: ad alternarsi sul palco avremo alcune fresche novità che si sono fatte notare ai vari concorsi nazionali, oltre a rappresentanti delle realtà associative locali e veterani che da anni calcano i palcosenici della città.

Si partirà dalle 18 con un programma preserale ricchissimo, che potrete accompagnare con un aperitivo nel giardino o una cena al nostro angolo ristoro. La cucina aprirà alla stessa ora e il menu prevederà anche alcuni piatti, oltre ai consueti hot dog e salsicce. Novità di quest’anno sarà la selezione di birre artigianali provenienti dal birrificio Henquet di Ovada, che si andrà ad aggiungere a bibite, gelati e caffè del nostro bar.

A far da cornice avremo bancarelle di artigianato: vestiti, bigiotteria, oggettistica, stampe, e si potrà godere appieno del meraviglioso parco di Villa Rossi, che sarà addobbato sullo stile della grafica del festival.

Tanta buona musica, presentata in diretta sulle onde webradio di Vertigo One da dj Jay-S, coadiuvato dagli studenti dell’IIS Calvino impegnati da anni in attività radiofoniche.

Di seguito il programma delle tre serate:

Venerdi 16 giugno: Funk Hardcore Friday

Il venerdi sì comincerà con un sorprendente assortimento di stili: sonorità vicine al funk con Fun Q e Guzuta, l’hardcore del trio femminile She Said What?!, il rock più classico di Safari ed Irydescent, e il cantautorato reinterpretato in modi diversi da Irma non Esiste e Lele delle Scimmie.

Sabato 17 giugno: Post Wave Saturday

Il sabato si partirà con le U.G.A. sessions, finestra completamente autogestita dalla neonata associazione di artisti genovesi, che faranno esibire Harduo, Cartabianca e Moscow Club. Si proseguirà con band che in qualche modo possono rientrare in quel genere impropriamente definito post punk/post wave: dai freschissimi Metropony agli inquieti Etica Sterile, dai più classici White Mosquito ai veterani Simon Dietzsche che chiuderanno la serata.

Domenica 18 giugno: Black Sunday

È un’idea che è sempre stata nei pensieri di Metrodora, quella di dedicare un festival (ma sarà solo una giornata) ai suoni più duri, per i quali Genova e la Liguria rappresentano un avamposto, con decine tra artisti e band protagonisti della scena nazionale del genere. Questa è a tutti gli effetti la seconda edizione del Black Sunday: dopo il grande successo dello scorso anno riproponiamo band (Injecton, Diatomea, Damnation Gallery, Path of Sorrow, Tenebrae) di stampo metal sludge, trash, black, progressive. Tutti i sottogeneri saranno rappresentati con la ciliegina finale degli Stato Dassedio, band che rappresenta un’istituzione nella nostra città.

Vi invitiamo a seguire tutte le novità sulla pagina dedicata del nostro sito metrodora.net.